Un’Altra Galassia al Madre

Un’Altra Galassia al Madre

 

Evocazioni d’autore, reading, incontri e dialoghi. Perchè quando letteratura e arte si incontrano, Un’Altra Galassia è possibile.

Il 24, 25 e 26 maggio Un’Altra Galassia arriva al Madre. La festa del libro, da quest’anno realizzata dall’omonima associazione in partnership con la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e con la collaborazione di Gesco – Gruppo di Imprese Sociali, arriva per la prima volta nelle sale del museo d’arte contemporanea della Regione Campania.

Lasciare entrare la città e i suoi lettori nell’officina dello scrittore, mettere in relazione le opere d’arte con la letteratura: questo è il fulcro degli appuntamenti di Un’Altra Galassia 2019, che promuove l’incontro tra scrittori e cittadini attraverso reading, evocazioni d’autore e dialoghi, tutti ad ingresso gratuito.

 

venerdì 24 maggio

Un’Altra Galassia al Madre si apre alle ore 18.30 con un reading speciale per J.D. Salinger, un omaggio per celebrarne i cento anni dalla nascita con una speciale “festa di compleanno”. Venti scrittori, sul ponticello del Madre, dov’è stata realizzata l’opera site-specific di Paul Thorel Passaggio della Vittoria, si alterneranno nella lettura di Franny, racconto che rappresenta un momento di perfezione della short story di tutti i tempi.

Il programma prosegue alle ore 20.00 nel Cortile monumentale del museo, dove il regista, attore e scrittore Ascanio Celestini condurrà la platea nel mondo delle storie più antiche del mondo, le barzellette, a partire dal suo ultimo libro edito da Einaudi.

La giornata si conclude alle ore 22.00 in Sala Beuys, vicino alla celebre opera La rivoluzione siamo noi, con una “seduta spiritica”, ovvero una evocazione d’autore dedicata alla figura di Bertolt Brecht, e affidata a Paolo Coletta, con letture di Claudio Di Palma. L’incontro è realizzato in collaborazione con l’Istituto di Cultura Goethe-Neapel.

Ascanio Celestini al Madre.

sabato 25 maggio

La giornata si apre alle ore 18.30 in Sala Long, dove Alessandra Sarchi condurrà i lettori e visitatori nel mondo delle immagini prodotte da alcuni scrittori, tra i più importanti del canone novecentesco: Pasolini, Calvino, Volponi e molti altri.

A seguire, alle ore 20.00, in Sala Clemente, lo scrittore spagnolo Manuel Vilas dialoga con Patrizia Rinaldi attorno a In tutto c’è stata bellezza, edito da Guanda. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Istituto di Cultura Cervantes di Napoli.

La giornata termina alle ore 22.00 con una “seduta spiritica” dedicata a Marguerite Yourcenar. Un’evocazione d’autore che si terrà sotto il pergolato del Back Patio condotta da Annalena Benini, scrittrice che ha da poco curato I racconti delle donne, edito da Einaudi.

Manuel Vilas al Madre.

domenica 26 maggio

La giornata si apre alle ore 16.30 con “Àrmàti di una penna“, speciale laboratorio/contest di scrittura creativa a cura dei servizi didattici del Madre dedicato a narratori dai 12 anni in su e ispirato al romanzo vincitore del Premio Strega 2018 La ragazza con la Leica di Helena Janeczek.

A seguire, alle ore 20.00, un'”indianata” nel Cortile delle Sculture, durante la quale Janeczek leggerà pagine da Cibo, e la lettura proseguirà solo a patto che qualcuno del pubblico beva un bicchiere di vino.

Alle ore 22.00, nel Back Patio, un incontro dedicato ai mille volti e trasformazioni di David Bowie, evocazione d’autore a cura del massimo esperto italiano, Francesco Donadio.  La serata prosegue, alle ore 23.00 nel Cortile monumentale, con il dj set “Let’s Dance with Bowie” di Chemical Mamo.

Helena Janeczek.