Karrabing Film Collective, “Weather Reports”, 2021. Commissionato per Rethinking Nature. Courtesy degli artisti; Karrabing Film Collective, “Same same, separate separate”, 2020. Courtesy degli artisti; Julia Stone, “Beds Are Burning (Songs For Australia)”, 2020. Courtesy di Julia Stone; Karrabing Film Collective, “Petroleum Dreaming, A Montage”, 2014. Courtesy degli artisti; Karrabing Film Collective, “The Mermaids, Mirrorworlds”, 2018. Courtesy degli artisti. Foto di Amedeo Benestante

Two Clans | Weather Reports

Lunedì 14 marzo, alle ore 17.30, il Madre, in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, presenta la conferenza Two Clans | Weather Reports di Elizabeth A. Povinelli. L’incontro in lingua inglese, a cui sarà possibile accedere fino a esaurimento posti (ingresso gratuito al museo) e che sarà trasmesso anche in streaming sui canali social del museo, sarà introdotto da Tiziana Terranova, con interventi di Kathryn Weir; Vivian Ziherl (Kunstinstituut Melly, Rotterdam, NL/Monash University, Australia); Miguel Mellino (Università L’Orientale, Napoli)

Elizabeth A. Povinelli è una teorica critica e una regista. È Franz Boas Professor di antropologia e studi di genere alla Columbia University e uno dei membri fondatori del Karrabing Film Collective.
L’installazione Weather Reports (2021), commissionata per Rethinking Nature, è composta da dei disegni a parete che sintetizzano cinque secoli di storia per evocare i drammatici sconvolgimenti ecologici e cartografici con cui l’Europa ha affermato il proprio controllo sul destino di territori, terre e popoli. Queste cartografie illustrano un panorama che si estende dalle odierne Alpi italiane alla palude salata dell’odierna regione australiana del Top End del Territorio del Nord, per raccontare gli effetti di questa storia su due “clan” appartenenti ai rispettivi territori, gli antenati di Povinelli e gli antenati dei membri di Karrabing Film Collective. Le storie di questi due clan sono anche presentate in parallelo attraverso la giustapposizione del film The Inheritence (2021), che situa l’espropriazione subita dalla famiglia Povinelli in Trentino Alto-Adige nel contesto più ampio dell’immigrazione europea verso gli Stati Uniti, e il video a due canali The Mermaid, Mirrorworls (2018), che presenta un’immagine dei possibili futuri che scaturiranno dalla tossicità industriale nelle terre ancestrali dei membri di Karrabing.
Il lavoro di Povinelli comprende otto libri, tra cui Geontologies (2016), e il memoir illustrato, The Inheritance (2021), così come più di otto film realizzati con il Karrabing Film Collective. Insieme tentano di teorizzare e rappresentare artisticamente le fondamenta e i fini del tardo liberalismo neocoloniale.Between Gaia and Ground: Four Axioms of Existence and the Ancestral Catastrophe of Late Liberalism (2021), di Elizabeth Povinelli, che alimenta le basi concettuali di “Rethinking Nature”, teorizza la catastrofe climatica, ambientale, virale e sociale come una catastrofe ancestrale che affligge i popoli indigeni e colonizzati da secoli.