Per_formare il Museo

Foto © Amedeo Benestante.
I programmi per il pubblico del Madre rendono il museo una zona operativa, in cui la “realtà” e la “possibilità” del museo si incontrano, in cui si delineano in tempo reale ipotesi e progetti per il futuro del museo, che rendono il Madre non solo museo ma anche un teatro, un’assemblea, un luogo d’interazione.

Per_formare il Museo è il titolo che indica i programmi per il pubblico del Museo Madre, che trovano il loro quartier generale negli spazi al pianterreno del museo ed in particolare nella sala “Re_PUBBLICA Madre”. Questi spazi diventano un luogo di passaggio e connettività per favorire l’accesso fisico e virtuale al museo, dotato di strumenti e servizi che permettono di incontrarsi, di esprimersi, di confrontarsi, di condividere, di chattare, di bloggare, di ricercare e conoscere: il Madre non è solo museo ma anche un teatro, un’assemblea, uno schermo (interattivo).

Tanti i servizi e le attività previsti:

You Madre Napoli

Oltre i confini di Re_PUBBLICA Madre, le attività (per)formative del museo si aprono al web 2.0 attraverso il progetto You Madre Napoli: una  piattaforma di condivisione video per artisti e pubblico, creativi e semplici interessati, dove disegnare insieme il Madre del futuro. Il Museo invita tutti a partecipare alla riflessione e progettazione condivisa anche da casa propria, dalle scuole, dalle associazioni o dalle Università, postando testi, immagini o video sui nostri social network.

Sipario_Museum as Theatre

L’ingresso all’area di Re_PUBBLICA Madre è contraddistinto dalla presenza di un sipario, periodicamente commissionato a un artista, scenografo, architetto o designer. Il sipario identifica quest’area del museo come una zona performativa che, mettendo in comunione diretta la strada e l’istituzione che vi si affaccia, pone il pubblico del museo al centro della “scena”.

Lavagna Post_it

Il pubblico potrà postare su una grande lavagna magnetica progetti, proposte, prospettive e prototipi per il futuro del museo Madre.

Lavagna Campania_Contemporanea

Una parete-lavagna è riservata allo stratificato sistema dell’arte contemporanea regionale, una vera e propria bacheca di informazioni, aggiornate in tempo reale, sui luoghi dell’arte contemporanea disseminati sul territorio della Regione Campania, di cui il museo si fa vettore anche in vista della costituzione di un vero e proprio sistema regionale dell’arte contemporanea.

Camera_Critica

Un piccolo ambiente dotato di videocamera e microfono che accoglie riflessioni e idee per il museo “che vorrei”. Tutti i visitatori possono esprimere anche il loro parere sul museo, la collezione, le mostre, le opere, il ruolo del museo nella loro comunità. Con Camera_Critica il museo diventa quindi uno speaker’s corner, che associa la propria progettualità al punto di vista del pubblico, chiamato ad aggiornare l’agenda e la mission del museo stesso.

Assemblea_Madre

Al centro di Re_PUBBLICA Madre una tribuna ospita presentazioni periodiche di materiali proposti dal pubblico. In tal modo il pubblico diviene co-autore dei programmi del Madre, per-formando il proprio museo.

Pro_azioni

Tramite un sistema video gestito da remoto con un software che permette la creazione di un vero e proprio palinsesto, sono proiettati video e film della collezione permanente e delle mostre del museo, ma anche materiali postati dal pubblico sul canale Camera_Critica, video e film d’artista, come il film senza fine Tristanoil di Nanni Balestrini.

Attraverso i programmi per il pubblico, il pianterreno del museo e la sala Re_PUBBLICA Madre divengono una zona operativa, in cui la “realtà” e la “possibilità” del museo si incontrano, in cui delineare o ridefinire in tempo reale un museo alternativo, in cui far germinare e mettere a confronto ipotesi sperimentali per il futuro del museo, che il Madre è chiamato a concretizzare, trasformandole, quando possibile, in realtà.

Il museo è chiuso, aprirà domani alle 10.00

Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato 10.00 ⋅ 19.30 — Domenica 10.00 ⋅ 20.00
La biglietteria chiude un'ora prima / Martedì chiuso / Lunedì ingresso gratuito